La tua pubblicità

  

Inserisci la tua mail
 

Iscriviti alle Newsletter

Area strumenti

 
 Download
 Modulistica
 Scadenziario
 Riviste e guide
 Versamenti Codici tributi
 Indirizzi utili
 Tabelle e dati
 
 

Area istituzionale

 
 Ordini professionali
 Regioni Province Comuni
 Enti
 Organi istituzionali
 Camere di commercio
 Cassa e previdenza
 Privacy
 
 

Area giuridico legale

 
 Consulenza legale
 Contratti personalizzati
 Redazione lettere legali
 Infortunistica stradale
 Consulenza immobiliare
 Recupero crediti
 Arbitrato
 
 

Area fiscale contabile

 
 Consulenza fiscale
 Consulenza bilancio
 Compilazione modulistica
 Assistenza contabilità
 Progettazione siti web
 Cerca collaboratori
 Osservatorio fiscale
 

 

 

 


Imposta come pagina iniziale ...

 
 

 
 

Aggiungi il Sito tra i preferiti ...

 

Viaggi
Meteo
Libri
Elenco telefonico
Oroscopo
Motori di ricerca
Sms gratis
Giornali e Tv
Cinema
Aste giudiziarie
Sport
Incontri
Finanza
Notizie
Motori
Salute e benessere
Lavoro
Utility

 

 


Il Garante del contribuente


 

Il Garante del contribuente è un istituto previsto dall’art 13 dello statuto del contribuente (legge 212/2000) che stenta a decollare per due motivi.

Senza fare troppi giri di parole da una parte la maggior parte dei contribuenti non ne conoscono l’esistenza, quindi meno che mai la funzione, e dall’altra i professionisti del settore  lo ritengono pressochè inutile.

Invece è un istituto che può averedelle risorse interessanti.

Il Garante è un organo collegiale con sede in ogni Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate, ma non è né un organo amministrativo né giurisdizionale.

E’ una figura super partes, autonoma e indipendente, concepita dal legislatore per affiancare il contribuente in quei casi in cui l’amministrazione finanziaria pone in essere “disfunzioni, scorrettezze, irregolarità, prassi amministrative anomale o irragionevoili o qualunque altro comportamento suscettibile di incrinare il rapporto di fiducia tra cittadini e amministrazione finanziara” in sintesi,  qualsiasi comportamento che possa “ incrinare il rapporto di fiducia tra  cittadini e amministrazione”.

“Fiducia”  è il concetto  su cui si impernia la rivoluzione copernicana dello statuto del contribuente che si concreta nella chiarezza, nella buona fede e nella collaborazione tra cittadino e amministrazione.

Quindi il Garante del contribuente ha per la legge un ruolo di primo piano che gli permette di operare come un’autorità di prestigio.

All’atto pratico significa che non ha poteri impositivi tali da determinare la sospensione o l’annullamento dei provvedimenti fiscali, ma può porsi  accanto al contribuente e sollecitare l’autotutela della AF contro infrazioni di norme di comportamento discrezionali  a cui i giudici sono spesso insensibili.

Si pensi alle reiterazioni di verifiche per più comportamenti uguali: sono legittime ma condotte in una logica avversa ai principii dello Statuto del contribuente.

Oppure, altra irregolarità è il superamento dei tempi previsti per le verifiche.

Il Garante può essere interpellato da un cittadino o dal professionista che lo assiste.

La presenza di un professionista iscrtto all’albo degli avvocati o dei dottori commercialisti  è la variabile che può essere determinante nel’esporre  con correttezza il problema e nel prospettare al contempo una possibile soluzione, facilitando l’operato del Garante.

Più il problema è epurato da interpretazioni errone, più si agevola il lavoro del collegio, con risparmio di tempi e la tranquillità di non aver tralasciato aspetti fondamentali.

Oltretutto per  la sua natura super partes, il Garante non può sostituire l’assistenza tecnica.

Il Garante quindi rivolge il problema sollevatogli dal contribuente  all’ amministrazione finanziaria, che nella prassi attuale non solo risponde, ma sta dimostrando un maggiore predisposizione ad agire in via di autotutela.

Quindi laddove la risposta della AF fosse l’azione di autotutela, si sarebbe  risparmiato il contenzioso, laddove invece l’AF rispondesse negativamente, il parere del Garante potrà realizzare una buona ragione di convincimento in un eventuale giudizio.

Nelle  more di tutto ciò, attenzione  a non far decorrere i tempi dell’azione giudiziaria, anche presentando comunque ricorso “in via cautelativa “, lasciandolo nel caso cadere.

In tema di rimborsi, un’attestazione del Garante che attesti il diritto al rimborso può costituire titolo per introdurre un decreto ingiuntivo o iniziare un’esecuzione.

Questa procedura è però esclusa per il conto in sospeso.

Infine, l’avvocatura dello stato ha dichiarato che il Garante dei contribuenti non ha competenza per i rapporti con Regioni ed Enti locali.

Ciò appare molto grave nella sua arbitrarietà, posto che la correttezza e la fiducia devono essere alla base di tutti i rapporti contributivi, specialmente per piccoli tributi, che non di rado creano diffuse situazioni di difficoltà.

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito www.garantedelcontribuente.it

 

A cura della Dott.ssa Mariacristina Petrolo


CONSULENZA ON LINE

SERVIZI GRATUITI

ALTRI SERVIZI

  Lettere legali   viaggi   Previsioni Meteo   Incidenti stradali
  Consulenza Fiscale   autocertificazioni   Infoimprese   Recupero crediti
  Consulenza Legale   costi chilometrici   notaio     Camere di commercio
  Ristrutturazioni edilizia   bollo auto   avvocati   Curriculum vitae
  Contratti   codice fiscale   ricerca partita iva  
  Modulistica   diritti camerali   Cap italia  
  Bilancio   abi cab banca   Traduzioni   Oroscopo
  Contabile   sms gratis   Newsletter   Download
  Elenco telefonico   aste giudiziarie   Lavoro   Ordini professionali
    forum   Gratis  
    mogigod    

 


Torna alle altre notizie

 



 

Consulenza fiscale  Consulenza legale  Consulenza fallimento Consulenza societaria  Consulenza contratti  Consulenza immobiliare  Lettere legali  Recupero crediti Infortunistica stradale Compilazione modulistica  Consulenza contabilità  Consulenza bilancio di esercizio Inviare a info@osservatoriotributario.com un messaggio contenente domande o commenti su questo sito Web. Tutte le consulenze sono erogate da professionisti iscritti nei relativi albi professionali degli, Avvocati, Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, Consulenti del lavoro, Revisori dei Conti. Copyright © 2003 - 2005 Osservatorio Tributario -  Osservatorio Tributario.net - Copyright © 2003 - 2008 Studio Tributario Varcasia - Ultimo aggiornamento: 27-09-11  -  Note legali - FORUM DIRITTO FISCO - GRATIS