La tua pubblicità

  

Inserisci la tua mail
 

Iscriviti alle Newsletter

Area strumenti

 
 Download
 Modulistica
 Scadenziario
 Riviste e guide
 Versamenti Codici tributi
 Indirizzi utili
 Tabelle e dati
 
 

Area istituzionale

 
 Ordini professionali
 Regioni Province Comuni
 Enti
 Organi istituzionali
 Camere di commercio
 Cassa e previdenza
 Privacy
 
 

Area giuridico legale

 
 Consulenza legale
 Contratti personalizzati
 Redazione lettere legali
 Infortunistica stradale
 Consulenza immobiliare
 Recupero crediti
 Arbitrato
 
 

Area fiscale contabile

 
 Consulenza fiscale
 Consulenza bilancio
 Compilazione modulistica
 Assistenza contabilità
 Progettazione siti web
 Cerca collaboratori
 Osservatorio fiscale
 

 

 

 


Imposta come pagina iniziale ...

 
 

 
 

Aggiungi il Sito tra i preferiti ...

 

Viaggi
Meteo
Libri
Elenco telefonico
Oroscopo
Motori di ricerca
Sms gratis
Giornali e Tv
Cinema
Aste giudiziarie
Sport
Incontri
Finanza
Notizie
Motori
Salute e benessere
Lavoro
Utility

 

 


Il diritto alla detrazione da parte di un soggetto passivo.



L'articolo 18 della VI direttiva CEE stabilisce le modalità affinché un soggetto passivo possa esercitare il diritto alla detrazione in ipotesi di reverse charge.


L'articolo 18 della VI direttiva CEE stabilisce che le detrazioni sono consentite alle seguenti condizioni:

- per l'imposta assolta su operazioni domestiche è necessaria una fattura redatta
 
- per l'imposta assolta all'importazione è necessario un documento che indichi sia l'importatore che l'imposta
 
- per i passaggi interni alla medesima impresa di beni e servizi, occorre osservare le modalità stabilite da ogni Stato membro
 
- per l'imposta dovuta al destinatario sulla base del reverse change bisogna osservare le condizioni stabilite da ogni Stato membro
 
- per gli acquisti intracomunitari indicare i relativi dati nella comunicazione IVA periodica
 

Secondo l'Avvocato generale della Corte di giustizia UE, al fine di poter esercitare il diritto alla detrazione, il passivo deve, anche in ipotesi di reverse change, essere in possesso di una fattura emessa dal fornitore, che indichi il prezzo al netto d'IVA, l'importo dell'imposta e quindi l'esenzione o l'applicazione del meccanismo di autofatturazione.

Inoltre sempre secondo l'Avvocato della Corte di giustizia, l'omissione dell'indicazione del prezzo al netto dell'imposta e dell'importo dell'imposta, comporta il rischio che la fattura non venga accettata come giustificativo del diritto di deduzione del destinatario.

Su posizioni opposte si pone invece la Corte, secondo la quale tali obblighi a carico del soggetto passivo, debitore dell'imposta nell'ambito di una procedura di autofatturazione, non sono necessari. Infatti, secondo la Corte di giustizia, un soggetto passivo, per poter legittimamente detrarre l'IVA in ipotesi di autofatturazione deve unicamente assolvere alle formalità stabilite dallo Stato membro.

Per quanto riguarda invece il caso di esenzione o quando il cliente è debitore IVA, nel testo della nuova VI direttiva, c'è l'obbligo di indicare in fattura il riferimento all'opportuna disposizione della direttiva medesima, alla disposizione nazionale corrispondente o ad altre informazioni che indichino che la cessione è esonerata o soggetta alla procedura di reverse charge.

 

A cura della Dottoressa Eva Palumbo


CONSULENZA ON LINE

SERVIZI GRATUITI

ALTRI SERVIZI

  Lettere legali   Viaggi   Previsioni Meteo   Incidenti stradali
  Consulenza Fiscale   Autocertificazioni   Infoimprese   Recupero crediti
  Consulenza Legale   Costi chilometrici   notaio     Camere di commercio
  Ristrutturazioni edilizia   Calcolo bollo auto   Avvocati   Curriculum vitae
  Contratti   Calcolo codice fiscale   Ricerca Partita Iva  
  Modulistica   Calcola diritti camerali   Cap italia  
  Bilancio   Codici abi cab banca   Traduzioni   Oroscopo
  Contabile   Sms gratis senza registrazione   Newsletter   Download
  Elenco telefonico   Aste giudiziarie   Lavoro   Ordini professionali
    Forum   Gratis  
    mogigod    

Torna alle altre notizie

 



 

Consulenza fiscale  Consulenza legale  Consulenza fallimento Consulenza societaria  Consulenza contratti  Consulenza immobiliare  Lettere legali  Recupero crediti Infortunistica stradale Compilazione modulistica  Consulenza contabilità  Consulenza bilancio di esercizio Inviare a info@osservatoriotributario.com un messaggio contenente domande o commenti su questo sito Web. Tutte le consulenze sono erogate da professionisti iscritti nei relativi albi professionali degli, Avvocati, Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, Consulenti del lavoro, Revisori dei Conti. Copyright © 2003 - 2005 Osservatorio Tributario -  Osservatorio Tributario.net - Copyright © 2003 - 2008 Studio Tributario Varcasia - Ultimo aggiornamento: 27-09-11  -  Note legali - FORUM DIRITTO FISCO - GRATIS